mercoledì 30 settembre 2015

Polpette d'uova






  Un simpatico e  davvero delizioso modo per riciclare il pane ormai secco sono le polpette di pane o più precisamente le polpette d'uova. Un piatto molto apprezzato in Puglia;  aggiunte al sugo di pomodoro lo insaporiscono per condire con più gusto un buon piatto di pasta.
Questa ricetta, insegnatami da mia suocera, prevede l'utilizzo del pane secco grattugiato e amalgamato alle uova per poi essere tuffato in olio caldo. Sono ottimi così appena cotti, ancora ben caldi oppure, ricotti in abbondante sugo di pomodoro e basilico per condire spaghetti o orecchiette, naturalmente tutto poi ricoperto da una generosa grattugiata di cacio ricotta.
Ricordo che da piccolina ogni volta che il pane doveva essere buttato, perchè purtroppo ammuffito,  le nonne lo baciavano per farsi perdonare il gesto quasi sacrilego del buttarlo. Oggi sempre più sovente il pane senza alcun rimorso lo si butta, ma quanto sarebbe bello poterlo utilizzare per ottenere una nuova pietanza e ridargli cosi una nuova vita.
Questa è una delle tante ricette che la tradizione ci tramanda per riciclare uno dei prodotti più amati e rispettati: il pane.
Pane e uova
Polpette di uova al sugo

Polpette d'uova.
5 uova
5/6 cucchiai di pangrattato (la quantità dipende dalla grossezza delle uova)*(circa 100 gr.).)(io ho usato 80 gr. di pan Grà di Alimenta 2000 e 30 gr. pangrattato Pedon)
3 cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato (circa 30 gr.)
3 cucchiai abbondanti di pecorino (circa 30 gr.)
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 spichio piccolo di aglio tritato
1 cucchiaino di capperi  tritati
Latte o acqua all'occorrenza
sale, pepe
Olio di oliva o olio di semi di arachidi per friggere.
Sugo di pomodoro
Cacioricotta grattugiato

Gli ingredienti con il simbolo (*) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia o riportare in etichetta la  scritta Senza Glutine.


uova, pane
Impasto polpette 
In una ciotola sguscio le uova aggiungo il pangrattato. Il pangrattato secco assorbe l'umidità delle uova e l'impasto potrebbe diventare  troppo duro, qualora dovesse accadere aggiungere poca acqua o poco latte oppure un altro uovo.
Aggiungo ancora il parmigiano e il pecorino, il prezzemolo, l'aglio ed i capperi. Salo e pepo.
Amalgamo bene ed attendo una decina di minuti in modo che l'impasto si assesti. Solo ora possiamo valutare esattamente la consistenza dell'impasto e variare in più o in meno la quantità di pangrattato o di liquido.
Metto a scaldare l'olio, faccio attenzione che non diventi troppo caldo altrimenti brucerà esternamente la polpetta e all'interno rimarra cruda.


uova,pane
Con due cucchiai forme le polpette di uova

Con due cucchiai preparo delle quenelle o delle polpettine come ci è più comodo, con le mani è difficoltoso creare delle polpette, l'impasto risulta troppo morbido,  le verso nell'olio caldo. 


polpette,uova,pane
Frittura delle quenelle di uova

Le friggo fino a che non hanno assunto un aspetto dorato. Le scolo e faccio perdere l'eccesso di unto su carta assorbente.


uova, pane
Piatto di polpette di pane appena fritte

A questo punto si possono già gustare, ed è ciò che accade sempre quando le preparo, daltronde una prova qualità serve sempre; 



uova,pane
Polpette al sugo

oppure le si tuffa in un sugo di pomodoro abbastanza liquido, le si fa dare un bollo e sono pronte per essere servite. Le polpettine assorbiranno tanto liquido, e quindi occorre tenerlo presente se si vuole avere ancora sugo per condire la pasta.
Mordere una di queste polpettine è davvero delizioso, sono completamente intrise di sugo e non danno assolutamnete la sensazione di asciutto.


pane,uova
Spaghetti con polpette di uova

Lessare la pasta desiderata, spaghetti o orecchiette come da tradizione, condirle con il sugo cospargere di cacio ricotta e guarnire con qualche polpetta.

Alla prossima

Ciao

7 commenti:

  1. Cara Stefania,ho sentito parlare di questa preparazione,tipica della tua terra ma non ho mai avuto modo di realizzarla né di assaggiarla..trovo le polpette di pane un'ottima e sfiziosa soluzione per utilizzare il pane avanzato con risultati gustosissimi e sicuramente notevoli. Ricordo che quando ero piccola si usava baciare il pane che cadeva per terra...ora invece quel senso di rispetto,di amore nei confronti di questo cibo è andato a disperdersi del tutto..ora è normale buttarlo,senza alcun problema..invece bisogna recuperare il rispetto per il pane che tra l'altro si presta a ricette innumerevoli e sfiziosissime come questa che hai postato,da provare assolutamente:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che questa ricetta sia una delle tante che in Italia ed in Europa si usano per riciclare il pane e sono ricette che alla fine sembrano create per far fare bella figura alla padrona di casa e non a riciclare del pane. È una ricetta per così dire semplice ma che permette di avere contemporaneamente un primo ed un secondo. Grazie per aver apprezzato la mia ricetta e per essere passata a trovarmi. Ciao e a presto
      Stefania

      Elimina
  2. Sono stata in Puglia questa estate e le ho provate... inutile dirti che non solo le ho amate subito, ma che le ho rifatte ai miei pargoli appena sono tornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non stento a crederlo, si fanno subito voler bene e prima o poi si cede alle loro lusinghe.
      Ciao e grazie d'essere passata di qui.

      Elimina
  3. ciao, ricambio la visita che mi hai fatto su Senza Panna e mi segno questa ricetta per le Twitpolpette ( http://twitpolpette.blogspot.it/ )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che piacere trovarti anche qui. Sono lusingata che ti sia piaciuta così tanto la ricetta da volerla mettere sul tuo blog. A presto. Ciao

      Elimina
  4. Stefania che meraviglia! Devo ripassare a fine mese perche' non vedo bene la prima foto qui al sole... e poi per scrivermi la tua ricetta! :)
    Buone vacanze cara...tu pensa ho lasciato i 15 gradi di Londra sotto la pioggia per trovare 40 gradi al sole... e per fortuna sono al mare! :))
    Un bacione.......

    RispondiElimina

Feel free to leave a comment!
I would be glad to know your opinion! ;)
Thank you! :)

Grazie per aver visitato il mio blog.
Mi piacerebbe avere una vostra opinione.
Stefania

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...