martedì 25 dicembre 2018

Buon Natale 2018

                A voi tutti 
                                un sereno 
                                              e felice Natale



martedì 11 dicembre 2018

Mix di farine per impasti lievitati con Tapioca





Dopo varie sperimentazioni questo semplice mix mi ha dato molte soddisfazioni. Per lungo tempo non sono riuscita a trovare dell’amido di tapioca garantito, ora invece ecco che è alla portata di tutti I supermercati, quindi posso con tranquillità proporre questo mix per preparare pan di spagna, genovesi, ciambelle e ciambelloni, insomma tutte quelle preparazioni che prevedono un impasto soffice e delicato.
Per praticità preparo sempre una quantità abbondante di Mix in modo da poterne prelevare quanto me ne serve occorrenza .

Mix di farine per impasti lievitati con Tapioca 
Le proporzioni del mix sono:

lunedì 10 dicembre 2018

Ciambella marmorizzata con farina di castagne



Trovo che la farina di castagne sia un ottimo ingrediente da aggiungere alla farina di riso per rendere  meno friabili e di struttura più consistente gli impasti senza glutine. Occorre usare una farina di castagne fresca di annata altrimenti già dopo alcuni mesi acquista un sapore leggermente amarognolo tipico delle castagne; per ovviare a questo inconveniente uso porre in congelatore il pacchetto di farina in modo che il freddo ne garantisca il sapore dolce più a lungo nel tempo.
Ci sono tante versioni e sono tutte straordinariamente squisite di questo dolce, questa mia versione senza glutine ne è una ulteriore proposta; come sempre si può sostituire il mix di farine con farina di frumento 00; il buonumore che si  trasmette in casa è assicurato già dal profumo, quindi che ben venga questo dolce da dispensa che mette tutti d'accordo.
Procediamo con la ricetta della ciambella marmorizzata.





Ciambella marmorizzata con farina di castagne.

martedì 30 ottobre 2018

Soul Cakes – I Biscotti dell’anima


Dopo un delizioso purè di patate e verza,- l’avete perso? - una  ricetta dolce, i biscotti dell’anima che vengono donati in particolare ai bambini . Tutti coloro che ne ricevono promettono di pregare per le anime dei parenti defunti di coloro che hanno  donato il biscotto durante il mese dedicato ai defunti .
Anche questa ricetta è stata fatta in collaborazione con Ilaria del blog Going for a walk? Preparati a più mani per mantenere la tradizione della partecipazione di tutti i familiari alla festa.
Sono dei dolcetti ricchi di spezie che ricordano l’avvicinarsi del Natale ma, con un particolare in più hanno una croce che li contraddistingue dai normali biscotti in modo da identificarli come elemosina per i defunti.
Io preparerò questi biscottini rispettando il più possibile la ricetta originale ma usando per motivi di intolleranza le farine senza glutine. Oltre sostituire la farina bianca 00 ho aumentato un pochino i liquidi cioè ho usato 2 uova intere al posto dei due tuorli previsti in ricetta.


Colcannon - purè di patate e verza


È ormai una piacevole tradizione incontrarsi tra i fornelli per la festa dei morti  coinvolgendo i nostri due blog, il mio per la cucina e quello di Ilaria di Going for a walk? per cultura e tradizioni. Dopo aver parlato delle tradizioni italiane quest’anno ci siamo indirizzate verso zone europee più  nordiche e precisamente l’Irlanda.  Abbiamo trovato due ricette che hanno avuto un riscontro davvero positivo,  ci hanno conquistato. Sono due semplici ricette e usano prodotti alla portata di ogni mercato e di ogni tasca.
Incomincio a presentare un purè di patate arricchito di spezie e verza. Un contorno delizioso che ho abbinato a wurstel  e involtini di fesa di pollo ripieni di formaggio.
Qui trovate la ricetta, ma se volete conoscere cosa rappresenta per gli irlandesi vi consiglio di fare una visita al blog di Ilaria.



lunedì 20 agosto 2018

Timballo di pasta con verdure gratinate


Caldo, caldo e ancora caldo. L’estate, da alcuni anni a questa parte mi sembra più una sofferenza che un momento di calma, di riposo e divertimento. Il caldo è quello che fa la parte del leone ed io mi sento spesso sopraffatta da tanta calura.
Per fortuna non tutti i giorni sono uguali e approfittando di alcune ore di relativa frescura dopo un copioso temporale, ho deciso di preparare uno sformato di pasta e verdure. Fornetto sistemato sul tavolino in balcone per non riscaldare troppo la cucina ed il gioco è fatto .
 Adoro questo timballo di pasta al forno perché è ricca di tante verdure e non solo…
Andiamo a preparare la ricetta e a scoprirne tutti i deliziosi ingredienti.


venerdì 6 luglio 2018

Ricotta fritta




Giornata di mare! Finalmente! Da qualche giorno l’estate si è ricordata di farsi godere anche qui in Puglia. Un giugno come lo abbiamo vissuto quest’anno è difficile da ricordare, freddo, piovoso e con una copertura di nuvole da far invidia al più birichino marzo;  con l’arrivo del caldo sole non più velato da spesse nuvole, eccomi qui a godere di una splendida giornata su una spiaggia di sabbia fine ed un mare limpido, però ancora poco  accogliente, non ancora in linea con la stagione; è irrequieto, l’acqua gioca con il vento che crea  creste di schiuma bianca che interrompono per un attimo il blu luccicante. Da lontano alcune navi rompono la linea dell’orizzonte, tutto intorno una pace e una serenità, interrotta solo dalle voci di alcuni bambini che giocano tranquilli sulla sabbia. Ad un tratto l’atmosfera si vivacizza; ai nostri vicini d’ombrellone si è unita una  anziana coppia, sono i nonni dei bambini a cui hanno promesso qualcosa di speciale per la merenda. E si, la nonna ha preparato la ricotta fritta.
Una cosa che riesce sempre a sorprendermi è l’effetto che una pietanza abbia sui ricordi, riporta a galla emozioni e sensazioni che pensavo di non ricordare. Tavolate estive gioiose, con bambini che corrono in cucina e rubacchiano dal piatto del fritto, mentre la nonna li  lascia fare ma con quel cipiglio tipico di chi non vuole essere disturbata durante quell’operazione. Nessuno però si è mai intimorito, la nonna ne era contenta e sotto i baffi se la rideva soddisfatta.
Un po’ di storia. È un piatto della tradizionale pugliese che accomuna l’esigenza di preparare un pasto nutriente e saporito con il recupero di un prodotto non più fresco. Come sempre l’inventiva delle donne di casa non deludeva mai. 
Ottima come antipasto, come un secondo sfizioso e come un veloce dolce se lo si cosparge con lo zucchero semolato, un po’ come si usa consumare le pettole nel periodo natalizio
Per  avere la giusta consistenza della ricotta da friggere occorre mantenerla per uno o due di giorni nel fuscello, in modo da far scolare gran parte dell’acqua tanto da rendere più compatta la ricotta e far si che al taglio non si rompa. Non credo sia possibile replicare questa ricetta con le ricotte industriali, perché restano sempre cremose.
Ed ora procediamo con la ricetta che pur nella sua semplicità è una delizia.


Fritto misto - cotoletta, ricotta fritta, mozzarella in carrozza

sabato 19 maggio 2018

Peperoni ripieni di pane e gratinati

Peperoni, peperoncini
Quanti tipi di peperoni ci sono!
Questi oltre ad essere buoni sono anche decorativi!

L’estate scorsa girovagando tra le bancarelle del mercato ho trovato dei bei peperoni friggitelli, non ho saputo resistere e li ho comperati, però appena tornata a casa mi sono resa conto che per quanto belli erano un po’ troppo grandi per essere fritti; sia ben inteso, nessuno mi avrebbe detto nulla se li avessi fritti, anzi… li guardo e li riguardo e mi convinco sempre più che non li devo friggere, ma come usarli? Mi immagino il piatto: idea; ripieni di pangrattato e formaggi. Quale migliore occasione per esaurire tutti i pezzetti di formaggio che stazionano nel frigo. Che dire? Se fosse andata male sarebbe stata classificata come una prova mal riuscita e da dimenticare, ma visto che è piaciuta, anzi mi hanno detto di scrivere la ricetta, la sfrutto in ogni occasione e quando non è periodo di friggitelli grossi, uso i peperoni rossi ricavando da ogni costola una barchetta che riempio con il ripieno.

Io per gestire la ricetta metterò delle quantità, ma è naturale che a seconda del gradimento le dosi varieranno; è una classica ricetta che non prevede delle dosi standard, ognuno la può gestire come più piace.

Se vengono usati peperoncini medio piccoli il piatto può essere presentato come un saporito e vivace antipasto







Peperoni, peperoncini
Peperoni gratinati con mozzarella


lunedì 7 maggio 2018

Fave, piselli e pancetta




Fave e piselli

È una primavera strana, anomala, sembra addirittura una prova generale dell’estate. Il modo di dire “le mezze stagioni non ci sono più” quest’anno non si è nemmeno fatto in tempo a pronunciarlo che i costumi da bagno e i teli di spugna sono finiti nella borsa da spiaggia e usati. Ma quando ormai ritenevo di non avere più sorprese ecco che si torna a usare ombrello e maglioncini;  dopo un mese di estate è destabilizzante. Per fortuna qualcosa della natura ci ferma ai tempi giusti proponendo frutta e ortaggi che siamo abituati a vedere in questi mesi. Piselli e fave hanno una stagione decisamente breve e occorre approfittarne perché sono davvero deliziosi. Tra le tante ricette oggi ho voluto usare piselli e fave per un gustoso contorno.
Inizio con lo sbucciare piselli e fave; per fortuna sono ancora teneri e dolci. I baccelli devono essere freschi di un bel verde brillante e  turgidi, ciò ci fa pensare a un buon frutto. Unica pecca: lo scarto è davvero notevole in particolare per le fave, la parte edibile di solito è circa 1/3 del peso iniziale.
Uso molto le fave, un legume molto amato in Puglia sia fresco che secco e non potevo farmi sfuggire questo contorno facile, saporito e apprezzato anche dai bambini. Io personalmente adoro mangiarlo per cena  come piatto unico. 😋

mercoledì 25 aprile 2018

Crêpes ripiene di zucchine e taleggio





Oggi è stata la giornata delle crêpes ripiene di zucchine e taleggio.
Con l’inizio delle belle giornate, i pomeriggi lunghi e luminosi, il tepore del sole che si insinua dalle finestre aperte e il profumo delle piante fiorite che inebria i sensi queste frittatine con un ripieno fresco e saporito sono accolte con piacere da tutti.. Con due o tre crêpes a testa per cena non si può chiedere di più… forse un gelato accompagnato da una macedonia di frutta non ci starebbe male, ma proseguiamo.
Occorre preparare le crêpes, poi trifolare le zucchine e distribuire su ogni crêpe una buona dose di formaggio taleggio. Adoro quando fonde.
Procediamo!



 Crêpes ripiene di zucchine e taleggio (3p)

venerdì 9 marzo 2018

Finocchi gratinati


Dopo aver parlato di carciofi e detto quanto mi piacciano, oggi parlo dei finocchi. Si, quegli ortaggi che deliziano prima con il loro profumo e poi con un gusto gradevolmente dolce e aromatico.
Per me non è assolutamente una sorpresa averli  facilmente in tavola; in questo periodo sono sempre disponibili su ogni bancarella dei mercati e supermercati. In Puglia, dove vivo, la produzione è abbondante con una varietà tonda e croccante, ottimo per essere consumato crudo, in pinzimonio ma anche cotto per preparare gustose zuppette o contorni che possono alleviare il senso di pesantezza dovuto al piatto principale. Se poi consideriamo che sono ricchi di acqua, vitamine (A, B C, D), calcio, fosforo e potassio e poveri di calorie, sono il prodotto adatto per disintossicarsi in modo piacevole e mantenere la linea.

Non dimentichiamoci che i finocchi hanno quella deliziosa proprietà di eliminare, o almeno attenuare il senso di gonfiore dovuto alla formazione di gas intestinali, una caratteristica che amo tantissimo specialmente quando a tavola propongo piatti a base di legumi… sono così buoni ma anche così imbarazzanti, in questo caso i finocchi sono un nostro valido alleato . E sia ben chiaro, non intendo infinocchiare nessuno, tutto ciò l’ho provato e ne sono entusiasta; ma sapete perché si dice infinocchiare? Il detto "non farsi infinocchiare" significa non farsi raggirare, suggerimento che veniva dato agli avventori delle osterie quando, per mascherare un vino poco buono o addirittura con sentori di aceto, l’oste offriva da mangiare,  come accompagnamento, del finocchio. Il sapore, gli aromi dell’ortaggio riuscivano a mascherare le imperfezioni del vino facendolo sembrare persino buono 
Ricapitolando: poche calorie, molti sali minerali e proprietà anti gonfiore,  sono un vero e proprio toccasana, in più è anche buono.
Ora procediamo con la ricettina che amo preparare come contorno ma anche come un leggero secondo.
Il pane casereccio usavo usarlo prima di scoprire la celiachia, poi ho iniziato ad usare il pangrattato senza glutine. Sia che si usi il pane che il pangrattato i finocchi risultano sempre un piatto molto gradevole ed appetitoso.

giovedì 22 febbraio 2018

Meringhe colorate


Albume, zucchero,

Le uova, un alimento che in casa mia non deve mai mancare; che si parli di salato o di dolce eccole li pronte per essere usate. Indispensabili per un pranzo importante ma risolutive quando il tempo tiranno ci sfugge di mano: un uovo al tegamino risolve ed appaga. Va tutto bene, anzi tutto benissimo ma quando l'uso dell'uovo è parziale? Quando in frigorifero si accumulano albumi e non sai come utilizzarli e ti piange il cuore buttarli, che fai?
Per smaltirne un po' ho preparato un piatto che adoro, i peperoni arrosto con le uova strapazzate. Ne ho consumati un bel po' ma non a sufficienza. In mio aiuto è arrivato il carnevale con i suoi coriandoli colorati. Che centra il carnevale, i coriandoli con gli albumi, mah? Tante belle meringhe colorate! Sparse sul tavolo hanno avuto lo stesso risultato di una manciata di coriandoli.
Fare le meringhe è abbastanza semplice, l'unica cosa che non deve mancare è la pazienza, occorre aspettare circa tre ore affinché secchino bene e diventino leggere e friabili ad una temperatura di 95-100°C.



Albume, zucchero


mercoledì 14 febbraio 2018

Fave bianche fritte

Uno stuzzichino davvero pericoloso; una tira l'altra, quel gusto croccante, salato con una nota piccante data dal pepe nero e dalla paprica ne fanno un accompagnamento indicatissimo per un aperitivo o un ammazza tempo.
Ho un bel ricordo delle fave fritte. Adoro andare a ballare e in attesa della cena, il prprietario del locale, tra un ballo e l'altro ci offre  un piatto di questi stuzzichini. Che dite la ricetta ce la siamo fatta dare? Eccola!
Le varianti sono due, per ora ho provato solo quelle fritte, alla prossima le farò al forno. Di certo sono molto buone, unica attenzione è masticare con attenzione perchè alcune potrebbero essere più dure delle altre a discapito dei denti.
Le dosi sono puramente indicative.
È preferibile non esagerare, si potrebbero avere fastidiosi e dolorosi problemi intestinali, sono sempre legumi  e per di più fritti.










Fave bianche fritte.

venerdì 26 gennaio 2018

Straccetti di pollo ai carciofi


Periodo di carciofi! Carciofi! Carciofi!

L'ho già detto, adoro i carciofi, quel loro sapore unico, che si combina con una grande varietà di alimenti: uova, formaggi, carni e a tutti riesce a conferire un gusto particolarmente piacevole.
Le ricette che prevedono l'utilizzo dei carciofi sono tante ma, proprio per garantire un giusto utilizzo di questo ortaggio, sono da preferire ricette che hanno una breve cottura così da renderli più digeribili e mantenere tutte le loro proprietà nutrizionali. Ma sicuramente per un buon carciofo ripieno o uno sformato di riso patate e carciofi facciamo uno strappo 😊.
Oggi propongo una ricetta veloce ma ricca e gustosa e per darle una marcia in più anche con poche calorie; utile vero?

Pollo, carciofi


martedì 9 gennaio 2018

Focaccia ripiena di formaggio e salumi senza glutine

A volte basta un semplice immagine per far riaffiorare sapori sopiti da lungo tempo.
Stamane è proprio ciò che mi è accaduto: una foto con una focaccia ripiena faceva bella mostra di se e, attraverso il monitor mi trasmetteva ciò che mi aspettavo. Per un attimo ho pregustato il suo sapore e profumo. La decisione non è stata difficile prenderla e dopo poco ero in cucina ad armeggiare per preparare una gustosa focaccia ripiena di formaggio e salumi.
Naturalmente la mia sarà senza glutine, per chi volesse cimentarsi nella preparazione della pasta per focaccia (con glutine) così come l'ho imparata in Puglia trovate le dosi e il procedimento qui


Focaccia scamorza e salumi gluten free

venerdì 5 gennaio 2018

Epifania - Arriva la Befana

Pronti per l'arrivo della Befana?


  Le calze sono ben in vista per essere riempite?


     Buona Epitania a voi tutti


Alla prossima
Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...