sabato 30 gennaio 2016

Sformatini di gateau di patate e cavolfiore ripieni





Il gateau di patate e cavolfiori è una versione rivisitata del classico gateau di patate al forno che trovate qui. Nella ricetta il cavolfiore entra a far parte dell'impasto così come le patate. È una verdura che in inverno da il massimo delle delle sue proprietà nutrizionali tanto benefiche per mantenerci in salute. Grande alleato nelle malattia da raffreddamento e in cucina per preparazioni che vanno dall'antipasto al "quasi" dolce
Peccato che la sua fama lo preceda di parecchio. Il sapore non è tra i più accattivanti e il suo orore invita spesso a commenti, per essere gentili, poco lusinghieri; una cosa è certa quando prepari un cavolfiore non passi inosservato e tutte le finestre devono essere aperte nonostante il periodo invernale.
A casa mia non è il vegetale che riscuote più successo e se lo voglio portare in tavola devo sempre aiutarmi con preparazioni che mitighino il suo sapore. Questa ricetta lo mitiga parecchio, anche se alcuni commenti come: "questo gateau ha qualcosa che non mi convince; forse dipende dal ripieno". Non si inganna facilmente un palato smaliziato.

Questo gateau con un bel contorno ricco, può essere servito come secondo piatto, ma fa bella figura anche come antipasto; all'inizio del pranzo solitamente i sapori, come quello del cavolfiore, mitigato dalle patate, passerà facilmente inosservato.

Sformatini di gateau di patate e cavolfiore ripieni (4 p)


600 gr di patate poco umide
300 gr di cavolfiore
2 uova
30 gr di parmigiano grattugiato
qualche fetta di scamorza o altro formaggio similare delattosato
pane raffermo senza glutine q.b.*
300 gr. funghi champignon
70 gr. mortadella senza lattosio e senza glutine*
prezzemolo tritato
pepe
olio extra vergine di oliva
1 spicchio d'aglio intero
sale


Gli ingredienti con il simbolo (*) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia.


Inizio a bollire le patate con la buccia in acqua acqua fredda; io preferisco lessarle a vapore in modo che non assorbano troppa acqua nella cottura. Quando le patate saranno morbide, le scolo dall'acqua e poi le sbuccio.
Pulisco il cavolfiore, privandolo del gambo e delle foglie esterne, taglio le cime a pezzetti e le  metto a bollire in acqua salata per una decina di minuti o poco più, finchè non sarà tenero.
Pulisco i funghi e li taglio a fettine. In una padella bella calda metto l'olio di oliva, lo spicchio d'aglio e i funghi che faccio trifolare per bene. Se si forma acqua di cottura, la scolo, in modo da ottenere dei funghi poco umidi
Passo le patate e il cavolfiore nello schiacciapatate, l'impasto risulterà più umido del solito, per questo motivo preferisco patate che siano già di loro asciutte.
Controllo il sale e aggiungo il pepe, il prezzemolo, unisco il parmigiano grattugiato e la noce moscata. Mescolo il tutto con le uova. Se l'impasto risulta troppo morbido lo correggo con del pangrattato, ma senza esagerare altrimenti si sentirà troppo di pane.

Ungo di olio alcune formine (io ho usato quelle in alluminio usa e getta, ma è da preferire delle formine in metallo con rivestimento antiaderente per una migliore cottura ai bordi), le spolvero con il pangrattato e le rivesto con il purè di patate e cavolfiori. Il rivestimento non deve essere troppo sottile altrimenti perde il ripieno che andremo a metterci.

Taglio a cubettini il formaggio e la mortadella.
Metto in ogni sformatino un po' di mortadella, di formaggio e di funghi, ricorpro con altro impasto di patate. Olio la superficie
Inforno per 35-40 min circa a 180°. Devono esser ben dorati.

Servo gli sformatini di gateau di patate e cavolfiori con una insalata mista o con funghi trifolati, componendo il piatto in modo carino.
Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Lety e Manuela L’orto del bimbo intollerante che questo mese riguarda cavolfiore e mele e l’intolleranza è al latte.

Alla prossima

Ciao

7 commenti:

  1. Wow! Questa sì che è una super ricetta! Grazie di cuore per la tua partecipazione...sei sempre piena di creatività! Bacii!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta che ti sia piaciuta. A presto. Ciao

      Elimina
  2. Cara Stefania anche a casa mia il cavolfiore non riscuote molto successo:mio marito non lo mangia così com'è e quindi se glielo devo proporre sono costretta a camuffare con ricette sfiziose che ne prevedono l'inserimento (a patto che non si accorga della sua presenza...)una di queste sarà sicuramente il tuo gateau che mi piace tantissimo e che devo provare assolutamente:))carinissima la presentazione in stampini monodose,bravissima come sempre:)).
    Un bacione e grazie mille per la condivisione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo, come dice mia figlia, quando è buono fa male e quando non lo è fa bene. Scherzi a parte, per fortuna in cucina ci si può sbizzarrire e trovare le giuste ricette per far piacere a tutti. Grazie per aver apprezzato e per i complimenti ☺ Ciao a presto.

      Elimina
  3. Complimenti per questi sformatini gustosi e per il blog. Mi sono unita ai tuoi lettori per poter seguirti. A presto ! Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti e per aver deciso di unirti ai miei lettori; sarai sempre la benvenuta. A presto
      Ciao

      Elimina
  4. Thanks for finally talking about >"Sformatini di gateau di patate e cavolfiore ripieni" <Liked it!

    RispondiElimina

Feel free to leave a comment!
I would be glad to know your opinion! ;)
Thank you! :)

Grazie per aver visitato il mio blog.
Mi piacerebbe avere una vostra opinione.
Stefania

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...